Tutte le opportunità che la Bioeconomia offre al mondo dell’agricoltura e dell’industria agroalimentare

BI15 - BioEnergy 400

Centinaia di impianti di biogas che necessitano di manutenzione ed efficientamento: qui si gioca il futuro delle aziende produttrici e installatrici.
Dopo il boom degli impianti installati negli ultimi 2 anni, ora è il settore della manutenzione ad essere ricco di occasioni.
Per questo uno degli obiettivi principali di BioEnergy Italy è di mettere in contatto queste professionalità con i proprietari degli impianti alla ricerca di soluzioni, tecnologie e attrezzature che consentano di ottimizzare la produzione.

BI15 - green chemistry 600

Entro il 2020 il mercato europeo varrà 40 miliardi di euro
Le materie prime agricole destinate alla produzione di bioprodotti sono in continua espansione, e rappresentano una interessante integrazione dell’attività agricola dedicata al food. Nel 2008 il mercato dei principali bioprodotti (bioplastiche, biolubrificanti, tensioattivi vegetali e biosolventi) in Europa valeva 20 miliardi di euro e nei prossimi 6 anni il mercato raddoppierà di valore, mentre gli occupati passeranno da 50.200 a oltre 93.000.
La Green Chemistry Conference and Exhibition approfondirà gli scenari e le opportunità di un settore che si sta dimostrando uno dei più interessanti per sviluppare nuovo business a fianco dell’attività agricola.

BI15 - food waste 600

Residui e sottoprodotti della lavorazione: la base di nuove produzioni ma soprattutto un’interessante integrazione di reddito per le aziende agricole e l’industria agroalimentare.
Food Waste Management Conference
è il Salone dedicato alla valorizzazione degli sprechi e dei sottoprodotti dell’industria agroalimentare, mettendo in mostra le migliori esperienze ed innovazioni tecniche nel campo del recupero, del trattamento e del reimpiego dei residui della produzione agricola e dell’industria di trasformazione.

rinnovabili in agricoltura

La green economy cresce. In aumento gli investimenti e i posti di lavoro

Pubblicato il 24 novembre 2014

Più di un’impresa su cinque dall’inizio della crisi ha scommesso su innovazione, ricerca, conoscenza, qualità, sulla green economy. Sono infatti 341.500 le aziende italiane (circa il 22%) dell’industria e dei servizi con dipendenti che dal 2008 hanno investito, o lo faranno quest’anno, in tecnologie green per ridurre l’impatto ambientale, risparmiare energia e contenere le emissioni » Continua

green economy

Semaforo verde dalla Commissione Ambiente al documento sulla Green economy

Pubblicato il 3 novembre 2014

Le Commissioni Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici e Attività Produttive della Camera dei deputati hanno approvato all’unanimità il documento conclusivo sulla Green economy, l’indagine conoscitiva dedicata all’economia verde in Italia. Sul sito www.alternativasostenibile.it si legge che si tratta di un testo condiviso che individua nella cosiddetta Economia verde la chiave per combattere i cambiamenti climatici » Continua

fonti rinnovabili

Accordo UE sui nuovi target 2030. Un’intesa che soddisfa a metà

Pubblicato il 3 novembre 2014

Nella notte del 24 ottobre scorso il Consiglio Europeo ha chiuso l’accordo sui nuovi target al 2030: il 27% di energia dovrà provenire da fonti rinnovabili; la riduzione delle emissioni di CO2 dovrà arrivare al 40% rispetto ai dati del 1990 e l’efficienza energetica dovrà superare il 27%. Questi gli aspetti che caratterizzano l’accordo, ma » Continua

Vedi tutte